• Maria D'Aleo

Consigli su nutrizione e stile di vita ai tempi del Coronavirus

I provvedimenti ministeriali continuano a segnalare ancora la necessità di restare a casa.

Aumentano le chat con scambi di ricette per piatti che forse prima non sono stati mai preparati. Sani? Insomma… dipende dalla frequenza di consumo e dalle porzioni. Ma questo improvviso cambiamento di abitudini alimentari può avere sicuramente delle ripercussioni negative sulla salute generale.


Come gestire, dunque, a livello alimentare e mentale questo periodo di “quarantena”?

Ecco i miei 6 consigli fondamentali da tenere a mente:


1. Controlla il peso (e/o le circonferenze).

Una volta a settimana sali sulla bilancia. I più coraggiosi possono anche armarsi di metro da sarto e misurare le circonferenze corporee. Evita di farlo tutti i giorni: non serve. Se noti un aumento di peso, corri ai ripari: evita nei i giorni successivi le ricette più caloriche, il ciambellone, la lasagna, la pizza (anche se tutto rigorosamente home made) e posticipale di qualche giorno.

2. Organizza la giornata con orari prestabiliti.

La tua giornata va scandita come se andassi ancora a lavoro, soprattutto se non devi lavorare da casa. Punta la sveglia la mattina. Aiutati con l’orario dei pasti, per esempio: colazione alle 8.30, spuntino/pausa caffè alle 11.00, pranzo alle 13.00, merenda alle 17.00, cena alle 20.00. Sistema tra un pasto e l’altro le ore di lavoro e il tempo necessario per l’attività fisica: probabilmente avrai modo di farla anche tutti i giorni.

3. Pianifica un menù settimanale.

Elabora un vero e proprio piano alimentare, dal lunedì alla domenica, con 5 pasti al giorno. Ricorda che, secondo le regole base di una sana alimentazione, le verdure devono essere consumate a volontà, facendo ruotare durante la settimana gli alimenti proteici (carne 3-4 volte alla settimana, pesce 3-4 volte, uova 2 volte, formaggi freschi 2 volte, le uova 2 volte. I legumi 2-3 volte alla settimana). Fai in modo di inserire all’interno del menù le eventuali ricette consigliate da amici e parenti che hai voglia di provare.

4. Fai la lista della spesa.

Oltre ad agevolare le attese al supermercato questo ti impedisce di acquistare troppi prodotti poco salutari. Inserisci lo “sgarro” nella lista, è giusto concederti qualche coccola. Ricordati di non restare troppo a lungo nel punto vendita.

5. Organizza il menù per i bambini.

I bambini hanno bisogno di regolarità oltre che di qualità. Generalmente la loro giornata è scandita proprio dai pasti. Frutta e verdura non devono mancare. Concedi loro al massimo un extra al giorno. Evita di tenere in casa scorte di merendine, cioccolate, pizza, patatine e quant’altro.

6. Fai esercizio fisico.

Ormai fare esercizio fisico in casa è alla portata di tutti. Esistono un’infinità di tutorial o servizi disponibili, per l’allenamento on line. Non puoi nuotare o correre? Pazienza, vorrà dire che in questo periodo ti concentrerai su un lavoro di tonificazione o su circuiti cardio-metabolici. Stabilisci l’orario e i giorni: meglio fare poco anche tutti i giorni che massacrarti due volte a settimana. Questo ti aiuterà a liberare la mente in un periodo probabilmente stressante e ti eviterà di passare troppo tempo su notiziare che parlano h24 del Coronavirus e sui bollettini medici.

8 visualizzazioni0 commenti