• Maria D'Aleo

Infertilità e alimentazione



Coppia in dolce attesa

L’infertilità nella coppia non sempre è associata a patologie diagnosticate che impediscono il raggiungimento di una gravidanza. Molto spesso non si riscontra nessuna problematica specifica e l’infertilità viene attribuita a cause generali come uno scorretto stile di vita, il fumo, lo stress, il peso corporeo in accesso o in difetto. Nella donna, ad esempio, un eccesso di peso (BMI >25) può essere causa di irregolarità mestruale, il sottopeso (BMI <18,5), invece, può causare difficoltà ovulatorie per il concepimento e creare problemi per la crescita del feto. Anche un’attività fisica troppo intensa può comportare effetti dannosi nei confronti della fertilità. Per i soggetti con problemi di fertilità è consigliata di norma una dieta normocalorica, bilanciata, ricca in antiossidanti con alcuni particolari accorgimenti.

CONSIGLI ALIMENTARI

  • Seguire una dieta individuale, bilanciata, equilibrata. A tal proposito bisogna tener conto dell’introito calorico giornaliero, delle quantità delle porzioni e delle frequenze dei pasti.

  • Ridurre l’apporto di grassi. Sono sconsigliati burro, lardo, margarine, panna e salse, alimenti fritti, pizza, piatti già pronti e cibi da fast food, insaccati (salame, mortadella, salsiccia…) e i formaggi stagionati.

  • Si consiglia l’uso di olio extravergine d’oliva e di frutta secca per il contenuto di omega 3, zinco e vitamina E, importanti per migliorare la qualità degli ovociti e degli spermatozoi.

  • Evitare bevande e alimenti ricchi di zuccheri. Bevande gassate, dolci, creme, caramelle.

  • Evitare bevande alcoliche.

  • Consumare verdura (almeno una porzione ad ogni pasto) e frutta (in quantità di due al giorno). E’ importante la variabilità al fine di ottenere un più completo apporto di vitamine e sali minerali. Per la frutta si consiglia il consumo di quella ricca in vitamina C;

  • Bere acqua a sufficienza;

  • Consumare pasti completi che contengano carboidrati, proteine e grassi,

  • Preferire carboidrati integrali in quanto contengono una maggiore quantità di zinco;

  • Consumare pesce almeno tre volte alla settimana per l’apporto di omega 3 e zinco;

  • Anche la carne dovrebbe essere consumata tre volte alla settimana per l’apporto di ferro, in particolar modo per le donne con problemi di ciclo mestruale abbondante, potrebbero facilmente andare incontro a carenza;

  • Le uova, i formaggi freschi e gli affettati possono essere consumati un paio di volte alla settimana. Inoltre è consigliato il piatto unico con legumi associati ai cereali, un piatto completo, che oltre ad essere una buona fonte di proteine vegetali, fornisce zinco contenuto nei legumi;

  • Consumare latte e derivati come fonte di vitamina D. Non dimenticare che anche l’esposizione al sole consente la sintesi di vitamina D dal nostro organismo;

  • Garantire un corretto apporto di vitamine e sali minerali. In particolare per le donne è opportuno coprire i fabbisogni di acido folico. In fase preconcezionale può essere indicato assumere integratori nutrizionali a base di acido folico se consigliato dal medico. Inoltre è necessario garantire un corretto apporto di ferro. Le donne in età fertile, soprattutto se hanno un flusso mestruale molto abbondante, spesso non riescono a soddisfare con la dieta il proprio fabbisogno di ferro, anche in questo caso il medico può suggerire di assumere un integratore a base di ferro. Per l’uomo, la supplementazione di antiossidanti che possono essere consigliati dal proprio medico sono prodotti che contengono carnitina, arginina, vitamine e altre sostanze come zinco e coenzima Q10;

  • Il sale ed il caffè vanno assunti con moderazione.

SANE ABITUDINI COMPORTAMENTALI

Insieme a l’alimentazione è opportuno modificare alcuni stili di vita scorretti che concorrono a peggiorare le condizioni ottimali per il raggiungimento di una gravidanza. Le più comuni sane abitudini da tenere in considerazione sono:

  • Effettuare una regolare attività fisica continuativa ad intensità moderata;

  • Non fumare;

  • Si consiglia un calo ponderale per i soggetti obesi o in sovrappeso;

  • Prestare attenzione all’igiene intima;

  • Non utilizzare steroidi anabolizzanti.

#fertilità #alimentazione #concepimento

112 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti