• Maria D'Aleo

Dieta natalizia: 10 errori da evitare.

Aggiornato il: 2 giu 2019



E’ giunto il momento, soltanto 3 giorni al cenone di Natale. Ecco una piccola lista degli errori che non devono commettere coloro che hanno da poco intrapreso un percorso dimagrante.

1. Non bere acqua a sufficienza.

L’idratazione e’ fondamentale, in particolar modo se si sta effettuando una dieta dimagrante. In media sono consigliati 9 bicchieri di acqua al giorno, ma l’effettivo fabbisogno dipende da diversi fattori (attività, stagione, peso corporeo…). Può tornare utile bere prima di iniziare un pasto in quanto induce un senso maggiore di sazietà. Acqua liscia o frizzante non fa differenza, hanno entrambe 0 calorie. E’ preferibile diluire il consumo di acqua durante tutta la giornata e non soltanto ai pasti principali.

2. Saltare uno o più pasti.

La frequenza dei pasti aiuta a tenere attivo il metabolismo. Se si esagera, è preferibile diminuire la quantità del pasto principale successivo piuttosto che saltare uno spuntino. L’organismo deve essere “istruito” e “abituato” a mangiare con regolarità, altrimenti si adatta alle “ristrettezze” abbassando il metabolismo basale e aumentando l’assimilazione. Approfittare dei giorni liberi da tavole imbandite per il recupero, riducendo l’apporto calorico e rispettando le buone regole.

3. Abbondare con il sale.

Evitare pietanze troppo elaborate, salate e condite. Preferire i piatti semplici. I salumi, i formaggi, snack vari e patatine sono gli alimenti che contengono più sale. Oltre a rischiare un immediato gonfiore dovuto a ritenzione idrica, eviterete anche un super lavoro renale!

4. Eliminare alcuni alimenti senza sostituirli con altri.

Se si sta seguendo una dieta consigliata da un esperto del settore, seguite fedelmente ciò che vi è consentito per ogni pasto. Se per gusto o necessità o ancora pensate che sia troppo, parlatene con il vostro nutrizionista. Eliminare un tipo di alimento e non inserire una valida alternativa potrebbe pregiudicare il raggiungimento del vostro obiettivo.

5. Digiunare.

Il digiuno che segue il giorno delle eccezioni, non aiuta. Saltare il pranzo ad esempio non vi aiuterà a dimagrire. Bisogna ridurre la quota calorica dei giorni a seguire, non solo del pasto successivo, fino al recupero graduale dell’introito calorico corretto, continuando a seguire una dieta ipocalorica, corretta e bilanciata in macronutrienti e micronutrienti. Preferire frutta e verdura.

6. Riposare poco.

Dormire meno di 8 ore durante la notte o avere un sonno disturbato influisce negativamente a livello ormonale e quindi sul nostro metabolismo. E’ importante mantenere un buon equilibrio tra sonno e veglia, mantenendo la veglia durante il giorno e il riposo la notte e cercare di dormire 8 ore a notte. Il rischio e’ di abbassare il senso di sazietà facendo aumentare la fame.

7. Allenarsi troppo.

Allenarsi per ore ed ore per un solo giorno sicuramente vi farà sudare molto ma difficilmente vi farà perdere peso. Continuate ad allenarvi regolarmente, magari un po’ di più ma soprattutto con costanza nel tempo.

8. Pesarsi tutti i giorni.

Il peso può variare molto da un giorno all’altro, soprattutto quando non si riesce a seguire una dieta equilibrata tutti i giorni. Bisogna utilizzare la bilancia tenendo conto che ogni oscillazione giornaliera non evidenzia un aumento o diminuzione di grasso. Molto probabilmente segnalerà una perdita o un aumento di acqua e glicogeno.

9. Sgranocchiare troppa frutta secca.

La frutta secca è molto calorica. Mangiarne senza controllo, come e quando capita, non consente di avere un’idea chiara su ciò che si sta consumando in fatto di nutrienti e calorie.

10. Preferire dolci con panna e creme.

I dolci con panna e creme sono quasi sicuramente più calorici, se la scelta è varia, preferire quelli che ne siano privi.

#Natale #Errori #Dieta

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti